L’Agibilità, il certificato

L’Agibilità, il “certificato”                 

Il certificato di agibilità attesta la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, e risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati; le stesse sono valutate secondo quanto previsto dalla normativa vigente (artt. 24 e 25 DPR.380/01 e s.m. ed i.). DEVI RISTRUTTURARE CASA O QUALSIASI LAVORO EDILE? CONTATTACI (CLICCA QUI) PER UN PREVENTIVO E UNA SOLUZIONE PROGETTUALE COMPLETAMENTE GRATIS!  IMPRESA EDILE ARCHIEDILIZIA.

Il certificato di agibilità viene rilasciato con riferimento ai seguenti casi:

– nuove costruzioni;

– ricostruzioni totali o parziali o sopraelevazioni;

– interventi sugli edifici esistenti che possano influire sulle condizioni sopra descritte.

 

 

Tempistica per il rilascio

Il certificato viene rilasciato entro 30 giorni dalla ricezione della domanda se la stessa è comprensiva di tutti gli allegati richiesti. (Entro 15 giorni dall’ultimazione dei lavori di finitura dell’intervento, il titolare del Permesso Di Costruire o il soggetto che ha presentato la D.I.A. (Denuncia di Inizio Attività), sono tenuti a chiedere il certificato di agibilità.)
Sanzioni (possono variare dal singolo comune)

– Ritardato richiesta certificato di agibilità dal 16° al 30° giorno €.77,00

– Ritardato richiesta certificato di agibilità dal 31° al 60° giorno €.170,00

– Ritardato richiesta certificato di agibilità dal 61° al 90° giorno €.310,00

– Ritardato richiesta certificato di agibilità oltre il 91° giorno €.464,00

I documenti che si allegano:

Dichiarazione Sanitaria

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETA’

(art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)
Il/la sottoscritto/a ………………………………………………………………………………………………………………………….. nato a ………………………………………………….. il ……………………………………. e residente in ……………..………….…… Via ………………………………… n. ………… C.F. o P. IVA: ………………………………………… in riferimento alla Segnalazione Certificata di Inizio Attività presentata in data ……………………..………………, inerente lavori di  ………………………………………………………………

trasmette la dichiarazione sostitutiva secondo le modalità previste dagli art. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, con la quale certifica la conformità del progetto presentato alle vigenti norme igienico-sanitarie.

Tutto ciò premesso e considerato, con la presente il/la sottoscritto/a, consapevole del fatto che, in caso di dichiarazioni mendaci, saranno applicate nei propri riguardi, ai sensi dell’art. 76 del D.P.R. 26112/2000, n. 445, le sanzioni previste dal codice penale e dalle leggi speciali in materia di falsità negli atti, oltre alle possibili conseguenze amministrative e penali previste dal vigente ordinamento nazionale, regionale e comunale per la realizzazione degli interventi indicati in parola in contrasto con le vigenti norme igienico-sanitarie:

DICHIARA

Ai sensi e per gli effetti dell’art. 47 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445:

1.    Che gli interventi da realizzare nell’immobile indicato in premessa, per il quale è stato presentato allo Sportello Unico per l’Edilizia il progetto redatto da ………………….……………………………., con studio in …………………………………(…………) via ……………………………………….…….. n. ……., iscritto all’albo/ ordine degli  …………………………………..… di ……………………………… al n. …………..      risultano:

• con destinazione di tipo esclusivamente residenziale;

• con destinazione d’uso   non residenziale –   in parte residenziale ed in parte non residenziale, per i quali non occorre effettuare una verifica tecnico-discrezionale delle previsioni progettuali, poiché conformi alle vigenti norme igienico sanitarie aventi attinenza con le opere da realizzare, sia in riferimento alle caratteristiche tipologiche-costruttivo dell’immobile, sia in riferimento alla destinazione d’uso da insediare.

2.    che pertanto, secondo quanto previsto da codesto Ente è ammesso presentare allo Sportello Unico per l’edilizia del comune la presente dichiarazione sostitutiva (autocertificazione di progetto) in luogo del parere igienico-sanitario dell’Ufficiale Sanitario  della competente Azienda Sanitaria Locale.

3.    Che ad ogni effetto di legge, il/la sottoscritto/a dichiarante si assume qualsiasi responsabilità in ordine al rispetto delle norme igienico-sanitarie, sia nella fase dell’approvazione del progetto in parola, sia nella fase dell’esecuzione dei lavori, consapevole del fatto che lo sportello Unico per l’Edilizia del comune interessato potrà, prima dell’eventuale rilascio del certificato di agibilità, richiedere il formale parere alla competente A.S.L. in merito ai lavori realizzati.

…………………….., li…………………………………….

IL TECNICO

…………………………………………

Allegato:

Copia del documento di identità.

 

DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITÀ

( Ai sensi  dell’art. 24 e 25  del D.P.R. 06.06.2001 N. 380 e successive modifiche ed integrazioni )

Al Responsabile del Settore Tecnico Comunale

DICHIARA

in applicazione degli artt. 46 e 47 del dPR 28/12/2000 n° 445; consapevole della responsabilità penale, in caso di falsità in atti e di dichiarazione mendace, ai sensi dell’art. 76 del dPR 28/12/2000 n. 445:

I lavori riferiti ai titoli edilizi abilitanti sopra riportati sono stati completamente ultimati anche nelle finiture in data  __/__/____, come da certificazione presentata

CHIEDE

Ai sensi e per gli effetti dell’art. 24 e 25 del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, come modificato dal D.Lgs.  301/02  il  rilascio del certificato di agibilità attestante la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti installati a seguito della realizzazione delle opere suddette.

A TAL FINE ALLEGA

Documentazione obbligatoria, ai sensi dell’art. 25 comma 1 del d.P.R. n. 380/01:

1.    Documentazione catastale

2.    Richiesta di accatastamento dell’edificio, sottoscritta dallo stesso richiedente il certificato di agibilità, redatta in conformità alle disposizioni dell’art. 6 del Regio-Decreto-Legge 13 Aprile 1939 e s.m.e.i., che lo Sportello Unico provvederà a trasmettere al catasto (D.P.R. n. 380/2001 art. 25, comma 1, lett. a);

3.    Attestazione di avvenuta presentazione della dichiarazione per l’iscrizione al Catasto dell’immobile in data __________ (legge 28/2/1985 n. 47, art. 52) con copia delle relative planimetrie;

4.    Documentazione relativa agli impianti

Dichiarazione in originale completa di certificato camerale delle imprese installatrici, che attestano la conformità degli impianti installati completi degli allegati obbligatori indicati nelle stesse (art. 7, comma 1 DM 22/01/2008 n. 37 in materia di sicurezza impianti) per i seguenti impianti presenti nell’immobile, relativo a:

Impianto elettrico

Impianti elettronici (antifurto, citofono)

Impianto Protezione scariche atmosferiche

Impianto Riscaldamento e climatizzazione

Impianto ascensori, montacarichi, scale mobili

Impianto radiotelevisivo

Impianto protezione antincendio

Impianto idrico

Impianto gas

altro:

5.    Documentazione relativa all’isolamento termico

Dichiarazione dell’impresa esecutrice attestante la conformità degli impianti installati alle disposizioni del  D.Lgs. n. 311/2006 e smi

Dichiarazione asseverata dal direttore dei lavori di conformità al progetto e alla relazione tecnica di cui all’art.28 c.1 L.10/91, attestante l’osservanza delle disposizioni della L.09/01/1991 n°10, delle disposizioni del  D.lgs. 192/2005 modificato e integrato dal D.Lgs. 311/2006 – depositata presso i competenti Uffici comunali

Si allega dichiarazione sottoscritta da tecnico abilitato attestante la non obbligatorietà all’osservanza delle disposizioni in materia di contenimento dei consumi energetici.

6.    Documentazione relativa al rispetto delle norme prevenzione incendi

Si allega certificato di prevenzione incendi rilasciato dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di ……………………, rilasciato in data      ;

Si allega dichiarazione sottoscritta da tecnico abilitato attestante l’esenzione dalla presentazione del certificato stesso;

Si allega copia della dichiarazione di inizio attività, ai sensi del D.P.R. n°151/2011, con riferimento prot. VV.FF. n° ___________/________ del      ;

7.    Documentazione relativa al collaudo statico opere in cemento armato    Annotazioni d’ufficio

-Copia del certificato di collaudo statico previsto dall’art.67 comma 8 del D.P.R. N°380/01, per le opere realizzate in conglomerato cementizio armato, normale, pre-compresso ed a struttura metallica;    ST

–  Il Certificato di collaudo statico è già stato depositato allo Sportello per l’Edilizia in data       con Prot. n° _____/__/______;

– Certificato di idoneità statica a firma tecnico abilitato per interventi non soggetti a collaudo statico (fabbricati esistenti in muratura, interventi oggetto di condono edilizio, recupero sottotetti, ecc.)

–  Si allega dichiarazione sottoscritta da tecnico abilitato attestante la non obbligatorietà al deposito del collaudo statico.

– Si allega dichiarazione sottoscritta dal Direttore dei lavori, attestante che le opere sono state realizzate in conformità al progetto(depositato c/o Genio Civile) ed alla normativa antisismica e che il progetto depositato non è stato sottoposto al controllo ai sensi dell’art.4 della L.R. n.9/’83.

8.    Documentazione relativa al rispetto delle norme sulle barriere architettoniche

Dichiarazione di conformità, sottoscritta da tecnico abilitato, resa sotto forma di perizia giurata, delle opere realizzate in materia di accessibilità e superamento delle barriere architettoniche indicata nell’art.11 del D.M. LL.PP. n°236 del 14/06/89 e art.77 del D.P.R. N°380/01 per gli edifici privati, e art.82 del D.P.R. N°380/01 per gli edifici pubblici o privati aperti al pubblico;

Si allega dichiarazione sottoscritta da tecnico abilitato attestante la non obbligatorietà di adeguamento delle opere in materia di accessibilità e superamento delle barriere architettoniche.

9.    Documentazione relativa all’anagrafe edilizia

Copia atto di vincolo pertinenziale di ciascuna autorimessa alla relativa unità immobiliare  Notaio __________________________rep._________in data_____________

10.    Documentazione relativa alle norme igienico-sanitarie

Parere A.S.L. (acquisito dal richiedente) ovvero documentazione e atti autorizzativi (con i relativi elaborati grafici) in duplice copia finalizzati a richiedere da parte dell’Ufficio, il necessario parere igienico-sanitario, ai sensi dell’art.5 comma 3 lett.a DPR 380/01;

Autocertificazione a firma del Direttore dei Lavori o tecnico incaricato, resa ai sensi dell’art.20 comma 1 DPR 380/01, attestante la conformità delle opere eseguite rispetto al progetto approvato relativamente agli aspetti igienico-sanitari (nel caso che non sia stato rilasciato il parere dell’ASL per interventi di edilizia residenziale);

11.    Documentazione relativa alle norme sull’inquinamento acustico

Relazione Conclusiva di rispetto dei Requisiti Acustici degli Edifici di cui alla normativa vigente e del Regolamento per la tutela dall’inquinamento acustico;

Si allega dichiarazione sottoscritta da tecnico abilitato attestante la non obbligatorietà all’osservanza delle disposizioni in materia di tutela dall’inquinamento acustico

12.    Documentazione relativa allo scarico delle acque reflue nelle fogne

Autorizzazione dell’ufficio comunale competente di autorizzazione dello scarico delle acque reflue nelle fogne comunali e/o autorizzazione/dichiarazione ai sensi del D.Lgs. 152/99 e s.m.e.i. per la vasca Imhoff;

Autorizzazione/nulla osta per allaccio fogne consortili/ASI e comprensoriali SIIS;

Autorizzazione allo scarico ai sensi del D,Lgs. 152/06, rilasciato dall’Ente competente

13. APE Attestato di Prestazione Energetica

14.    Attestazioni  Versamenti

Attestazione/ricevuta del versamento  “Diritti rilascio certificato di agibilità”;

Attestazione/ricevuta del versamento “Diritti di Istruttoria pratica di agibilità Condono Edilizio”;

N.B.

1.    il certificato di agibilità attesta la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati, valutate secondo quanto dispone la normativa vigente.

2.    l’agibilità si intende attestata nel caso sia stato rilasciato il parere dell’ASL dopo trenta giorni dalla data di presentazione, in caso di autodichiarazione, il termine per la formazione del silenzio assenso è di sessanta giorni.

3.    per le costruzioni edificate prima del 1934, non è necessario né richiedere, né rilasciare il certificato di agibilità, in quanto ultimate prima dell’entrata in vigore del Regio Decreto 27/7/1934 n. 1265 che fa obbligo di richiederla.

4.    ALLEGATO: TABELLE

Tabella A – Soggetti abilitati alla presentazione di pratica edilizia

PR    proprietario dell’immobile.

CN    soggetto attuatore in virtù di convenzione.

SU    superficiario: nei limiti della costituzione del suo diritto (artt. 952 e 955 del Codice Civile).

EN    enfiteuta: nei limiti del contratto di enfiteusi.

US    usufruttuario o titolare di diritto di uso o di abitazione: solo per interventi di manutenzione, restauro e risanamento conservativo o assimilabili.

TS     titolare di servitù prediali: solo per interventi di manutenzione, restauro e risanamento conservativo o assimilabili.

LO    locatario: solo per interventi di manutenzione, restauro e risanamento conservativo o assimilabili, che rivestano carattere di urgenza, ai sensi dell’art. 1577 c.c., autorizzati dal proprietario per iscritto nel contratto  di locazione – del quale va prodotta copia – oppure con autorizzazione espressa.

BE    beneficiario di un provvedimento di occupazione d’urgenza: con esclusivo riferimento all’opera inerente il provvedimento.

CO    concessionario di beni demaniali, conformemente all’atto concessorio: per quanto definito nella concessione del bene demaniale fatto salvo che per le opere non previste nella concessione del bene demaniale occorre acquisire il consenso dell’Ente concedente.

AS    azienda erogatrice di pubblici servizi: conformemente alla convenzione, accordo o servitù, dei quali occorre produrre copia, definita con il proprietario o avente titolo.

TD    Titolare di un diritto derivante da un provvedimento giudiziario o amministrativo: Quali la qualità di tutore, di curatore, di curatore fallimentare, di commissario giudiziale, di aggiudicatario di vendita fallimentare…); occorre produrre copia del titolo.

AC    amministratore di condominio: il condominio deve essere giuridicamente costituito e deve essere prodotto il verbale dell’assemblea condominiale oppure la  dichiarazione sostitutiva dell’Amministratore del Condominio che attesta l’approvazione delle opere da parte dell’assemblea condominiale con la maggioranza prescritta dal Codice Civile.

AS    assegnatario di area PEEP o PIP: conformemente all’atto di assegnazione dell’organo comunale competente, esecutivo ai sensi di legge.

RA    soggetto responsabile dell’abuso edilizio (art. 36 D.P.R. n. 380/2001): è necessario produrre atto di assenso della proprietà.

AG    altro negozio giuridico che consente l’utilizzazione dell’immobile o attribuisce facoltà di presentare il progetto edilizio ed eseguire i lavori: specificare quale negli appositi spazi.
Duchiarazione del tecnico

DICHIARAZIONE  SOSTITUTIVA  DI  ATTO  DI  NOTORIETA’

Art. 47  D.P.R.  28 Dicembre 2000, n° 445  –  Senza Autentica di Sottoscrizione
Il/La sottoscritto/a    ____________________________________________________________    nato/a  ____________________________________________  Provincia ____________________ il  ________________________  Residente  in  _________________________________________      Provincia  __________  in  Via/Piazza  _________________________________________  n° ____ Codice Fiscale _____________________________________   nella sua qualità di Tecnico abilitato all’esercizio della professione ed incaricato dal Sig. ______________________________________ Codice Fiscale _________________________________  di redigere ogni atto e/o certificazione per richiedere la certificazione di agibilità all’immobile sito in  _____________________  alla  Via/piazza  ______________________________________ e  riportato in Catasto al Foglio n° ____ – Particella  n° _________  – Sub ______  –  consapevole delle sanzioni penali in caso di dichiarazione false e della conseguente decadenza dai benefici eventualmente conseguiti (ai sensi degli artt. 75  e  76  del  D.P.R.  n° 445/2000) sotto la propria personale responsabilità

D I C H I A R A

1)- di aver preso visione e quindi verificato i sotto elencati provvedimenti abilitativi di natura  edilizia, denunciati dal richiedente il certificato di agibilità con propria dichiarazione resa ai sensi del  D.P.R. n°  445/2000,

Concessione Edilizia/Permesso a Costruire  n°  _______  del ________________________

Variante a Concessione Edilizia/permesso a Costruire  n°  _______  del __________________

Denuncia Inizio Attività  Prot. n°  _____________   del  ________________________

Variante Denuncia Inizio Attività  Prot. n°  _____________   del  ______________________

Concessione Edilizia/Permesso a Costruire   in  Sanatoria  n°  _______  del ________________

rilasciata ai sensi della legge n°47/85 e/o legge 724/94 e/o legge 326/03-

Altro tipo di Provvedimento Edilizio  _____________________________________________ ;

di  averli ritenuti legittimi  e di aver ritenuto, altresì le opere realizzate conformi ai progetti approvati ed allegati ai suddetti provvedimenti edilizi;

2)- che  le opere realizzate, di cui richiede il certificato di agibilità, sono state regolarmente denunciate presso gli Uffici del Catasto di Caserta così come risulta dalla documentazione/ricevute esibite in allegato alla pratica;

oppure

che  per l’immobile di che trattasi, di cui si richiede la certificazione di agibilità, non risulta necessario eseguire nuovo  accatastamento e/o eventuale variazione catastale;

3)-  che nell’immobile di che trattasi, di cui si richiede la certificazione di agibilità, ad eccezione degli impianti elettrici, elettronici (citofono,antifurto, ecc.), impianti per scariche atmosferiche, impianti di riscaldamento/climatizzazione, impianto idrico, impianto di gas, impianto di radiotelevisivo, impianto ascensore/montacarico, impianto antincendio, altro

______________________________________  di cui sono stati esibiti, in  allegato alla pratica, i relativi certificati di conformità ai sensi del D.M. n° 37/2008, non si è proceduto ne alla esecuzione ex novo ne alla modifica di alcun altro tipo di impianto;

4)-  che per le opere realizzate è stato rilasciato il certificato di prevenzione incendi da parte dei  Vigili del Fuoco e lo stesso in copia risulta esibito in allegato alla pratica;

oppure

che le opere realizzate non sono soggette alla normativa di Prevenzione Incendi di cui alla legge n° 818/84 e sue successive modifiche ed integrazioni e pertanto non necessitano di alcuna certificazione in merito;

oppure

che è stato allegato alla pratica di che trattasi la ricevuta di avvenuta presentazione della domanda per il rilascio della certificazione di prevenzione incendi presso il comando dei Vigili del Fuoco ai sensi del D.P.R.  n° 37/1998 – art. 3 – comma 5;

5)-  che gli impianti installati e le opere realizzate e, necessarie alla verifica del contenimento energetico, sono state eseguite in conformità ai progetti depositati e redatti ai sensi della legge n° 10/91  e  del D.L.vo n° 311/06 e loro successive modifiche ed integrazioni;

che è stato rilasciato dal tecnico direttore dei lavori attestato di qualificazione energetica ai sensi del D.L.vo n° 311/06 – art.8 – comma 2 –

che in riferimento al D.L.vo n° 311/06 sono state allegate alla pratica di che trattasi le certificazioni di conformità degli impianti realizzati rilasciate dalle imprese installatrici;

oppure

che nell’immobile di che trattasi, di cui si richiede la certificazione di agibilità, i lavori e/o le opere realizzate non influiscono sui consumi energetici e pertanto non necessitano di progettazione/verifica in  merito al contenimento energetico poiché non si è soggetti ai dettami di cui alla legge  n° 311/06 e  sue  ss.mm.ii;

6)-  che per le opere strutturali realizzate in cemento armato, muratura portante, metallo, ecc., eseguite all’interno dell’immobile di cui si richiede la certificazione di agibilità, è stato rilasciato il certificato di collaudo statico che munito del visto di avvenuto deposito presso il competente ufficio del Genio Civile risulta in copia esibito in allegato alla pratica;

oppure

che per le opere strutturali realizzate in cemento armato, muratura portante, metallo, ecc., eseguite all’interno dell’immobile di cui si richiede la certificazione di agibilità, è stato rilasciato, ai sensi della legge n°47/85  e/o  legge n°724/94  e/o  legge  n°326/03,  il certificato di idoneità statica che munito del visto di avvenuto deposito presso il competente ufficio  del  Genio Civile risulta in copia esibito in allegato alla pratica;

oppure

che i lavori eseguiti all’interno dell’immobile, di cui si richiede la certificazione di  agibilità, non contemplano opere e/o lavori di natura strutturale ne su muratura portante, ne in cemento armato o metallo e pertanto non necessita la emissione di alcun certificato di collaudo statico e/o di certificato di idoneità statica;

7)-  che le opere realizzate all’interno dell’immobile, di cui si richiede la certificazione di  agibilità, sono rispettose della normativa in vigore per il superamento delle barriere architettoniche e pertanto risultano conformi a quanto prevede in materia il D.P.R. n°  380/01 , art. 77 ed art. 82 nonché  il  D.M. n°263/89, art.11;

oppure

che le opere realizzate all’interno dell’immobile, di cui si richiede la certificazione di  agibilità, non vanno ad inficiare in alcun modo l’effettivo superamento delle barrire architettoniche e che pertanto non sono soggette  alla normativa vigente in materia di superamento delle barriere architettoniche;

8)-  che per le opere realizzate all’interno dell’immobile, di cui si richiede la certificazione di agibilità è stato rilasciato, dalla competente ASL, il relativo certificato igienico sanitario il quale in copia risulta esibito in allegato alla pratica;

oppure

che per le opere realizzate è stata rilasciata autocertificazione redatta da tecnico abilitato circa la conformità delle stesse opere alle vigenti norme in materia igienico sanitarie – art. 5 ed art. 20 del  D.P.R. n°380/01;

9)-  che per le opere realizzate all’interno dell’immobile, di cui si richiede la certificazione di agibilità  è stato rilasciato dal competente ufficio regolare certificazione circa l’ottemperanza alla normativa vigente in materia di acustica – legge n° 447/95;

oppure

che i lavori eseguiti e/o opere realizzate all’interno dell’immobile, di cui si chiede la certificazione di agibilità, non contemplano opere e/o lavori che possano inficiare in alcun modo i parametri acustici già esistenti e che pertanto non sono soggette  alla normativa vigente in materia di Acustica;

10)- che per l’immobile di che trattasi, di cui si richiede la certificazione di agibilità, è stata rilasciata dai competenti uffici comunali regolare autorizzazione di scarico delle acque reflue in fogna  comunale, (oppure autorizzazione ad installare Vasca  Ihmoff  -D.L.vo n°152/99 e sue successive modifiche ed integrazioni) che risulta in copia esibita allegata alla pratica;

oppure

che per l’immobile di che trattasi, di cui si richiede la certificazione di agibilità, è stata rilasciata dai competenti uffici autorizzazione allo scarico delle acque reflue in fogna consortile e/o A.S.I. e/o comprensoriale S.I.I.S.,  che risulta in copia esibita allegata alla pratica;

oppure

che per l’immobile di che trattasi, di cui si richiede la certificazione di agibilità, è stata rilasciata dal competente ufficio, l’autorizzazione allo scarico delle acque reflue in fogna, trattandosi di immobile ad uso commerciale/industriale ai sensi del D.L.vo n°152/06, che risulta in copia esibita allegata alla pratica ;

oppure

che per l’immobile di che trattasi, di cui si richiede la certificazione di agibilità, non si è proceduto ad effettuare alcuna opera e/o condotta  ex novo, inerente lo scarico delle acque reflue che risulta già esistente e funzionante. Inoltre non sono state eseguite opere tali da modificarne il tracciato e la funzionalità, pertanto per lo stesso immobile non si ha necessità di dover acquisire ulteriore autorizzazione in merito.

Il/La sottoscritto/a dichiara inoltre di essere informato/a, ai sensi del D.Lgs  n° 196/2003 (codice in materia di protezione dei dati personali) che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa.

Data                                                                                    Timbro e firma del  Tecnico

Lì,  _________________________                                __________________________________________

Si allega fotocopia di documento di identità – art. 38  del  D.P.R.  n° 445/2000 –

ATTESTATO DI AGIBILITÀ
(Ai sensi  dell’art. 25 comma 5-bis  del D.P.R. 06.06.2001 N. 380 e successive modifiche ed integrazioni)

nella sua qualità di direttore dei lavori/di professionista abilitato incaricato dal proprietario

Visto che il proprietario non ha prodotto richiesta di agibilità per l’unità immobiliare/l’edificio/il complesso edilizio sito in ………………….., realizzato con permesso di costruire n. ………., del …………………, composto da: ………………………………………………………………………………………… entro 15 giorni dall’ultimazione dei lavori;

Vista la dichiarazione di inizio dei lavori, avvenuto in data …………………………..;

Vista la dichiarazione di ultimazione dei lavori avvenuta in data ……………………;

Vista la dichiarazione di conformità dell’opera rispetto al progetto approvato, nonché in ordine alla avvenuta prosciugatura dei muri e della salubrità degli ambienti, redatta, ai sensi del d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, in data ………………… dal direttore dei lavori;

Vista la pratica di prevenzione incendi;

Visto il certificato di collaudo statico, depositato presso l’ufficio del Genio Civile di ……………… n. …….. in data …………….., che qui si allega;

Vista l’autorizzazione di allaccio alla pubblica fognatura n. ………., rilasciata in data ……………. da ……………………..;

Visti i contratti di allaccio alle reti tecnologiche;

Vista la richiesta di numero civico;

Vista la richiesta di accatastamento dell’edificio (oppure) che l’edificio è regolarmente accatastato nella sua condizione attuale;

Vista la dichiarazione dell’impresa installatrice che attesta la conformità degli impianti installati negli edifici alle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico valutate secondo la normativa vigente;

Vista dichiarazione di conformità delle opere realizzate alla normativa vigente in materia di accessibilità e superamento delle barriere architettoniche di cui all’articolo 77, nonché all’articolo 82

ATTESTA

ad ogni effetto di legge, la conformità al progetto presentato e l’agibilità dell’immobile descritto in epigrafe, di proprietà di ………………………..…… composto da ………..……, come risulta dalla ricevuta dell’Agenzia del territorio di …………………

Il presente, ai sensi dell’art. 25 comma 5-bis del D.P.R. 380/2001 e ss.mm.ii., sostituisce il Certificato di Agibilità di cui all’art. 24 del D.P.R. 380/2001 e ss.mm.ii.

..…………, lì …………..

Il Tecnico

(timbro e firma)
___________________________________

allegare documento di identità come da art. 38 del DPR445/2000

Black Friday

20% Off Sitewide

Giorno(s)

:

Ore(s)

:

Minuto(i)

:

Second(s)

Related Posts

Il Permesso di Costruire silenzio assenzo

Il Permesso di Costruire silenzio assenzo.  Testo in vigore dal: 13-7-2011 Una delle novità più importanti e rilevanti nell 'edilizia privata consiste nell’introduzione in materia di rilascio del permesso di costruire del silenzio-assenso, che consente...

CALCOLO IMU e la “normativa”

Per calcolare l' IMU, vi elenchiamo di seguito la normativa di riferimento, in più offriamo "GRATUITAMENTE" il servizio per il calcolo dell' IMU per le città e i paesi della provincia di Caserta, il vostro compito è quello di fornirci i dati, che sono:1) la rendita...

1 commento

  1. Fabio Berti

    Grazie per la spiegazione e per le 2 dichiarazioni come modello.

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *